16.05.2021. By Stefania Profita

Parlare il cinese ti rende davvero diverso dagli altri? O è solo una pia illusione?

Parlare cinese ti rende competitivo nel mercato del lavoro ma…non è sufficiente. 

Scopri subito il perché e come tirare fuori il tuo vero asso nella manica.

 

Hai passato anni a studiare cinese e a riempire di caratteri decine di quaderni a quadretti e poi, dopo tante notti insonni e fiumi di sudore e lacrime, finalmente senti di avercela fatta. Quella che sembrava una missione impossibile, superare tutti gli esami e arrivare alla laurea, è finalmente diventata realtà. Hai combattuto e vinto contro il 了, contro l’ordine dei tratti e contro i toni e adesso ti sei L-A-U-R-E-A-T-O (o sei sul punto di farlo). 

Tu e tutti i tuoi compagni di avventura (e disavventura) siete finalmente riusciti a tagliare il nastro del traguardo e a condividere finalmente una gioia.

Secondo i dati di Almalaurea, dal 2011 al 2017 i laureati in lingua cinese in Italia sono stati 3665 ogni anno. Pensare di trovarsi un po’ tutti sulla stessa barca e di poter condividere gioie e dolori con tanti Sinologi Disperati come te è una fonte di conforto non indifferente.

Devo rivelarti però una verità abbastanza scomoda:

di questi 3665 laureati meno della metà trova un lavoro che abbia a che fare con il cinese. 

Vedo già l’espressione sul tuo viso che a poco a poco si trasforma da vittoria in sconforto, e infine in disperazione. Lo so, l’idea di studiare e parlare la lingua più parlata sul pianeta ti sembrava un grosso affare, quasi la soluzione perfetta per conquistare il mondo. E forse non ti farà piacere sentirtelo dire, ma la verità è che sapere solo il cinese non ti rende un supereroe, ti rende semplicemente uguale a tutte quelle altre migliaia di studenti che lo hanno studiato con la tua stessa dose di fatica e di passione.

E probabilmente quando ti troverai a fare dei colloqui (se non ti è sfortunatamente già accaduto), ti sentirai dire anche dagli HR che sapere il cinese non è sufficiente

 

Hai capito bene: parlare cinese e non saper fare altro non basta.

E già immagino la tua reazione e il tuo stato d’animo mentre di ritorno a casa dopo il colloquio andato male ti chiedi che senso abbia avuto il tuo percorso fino a questo momento. Immagino la tua voglia di mollare tutto e maledire il giorno in cui hai deciso di studiare cinese.

Ma com’è possibile che tutti gli anni passati con la schiena china su libri e dizionari non mi hanno reso capace di cavare nessun ragno dal buco?! Ho studiato cinese, la lingua più difficile di tutte, e ancora non basta?” starai pensando.

No, te lo dico io, non basta. Ma non è colpa tua, all’inizio della triennale nessuno ti aveva mai detto che il cinese, da solo, non sarebbe stato sufficiente, e così, senza volerlo, ti sei fatto trascinare dalla corrente dell’inconsapevolezza.

La concorrenza là fuori è spietata e quasi sicuramente il tuo background di studi molto simile a quello degli altri ragazzi come te: avete tutti più o meno le stesse conoscenze, e questo ti impedisce di fare la differenza e distinguerti dagli altri. 

E se ti dicessi che un modo per trasformarsi da sinologo anonimo e disperato a professionista del cinese esiste? 

Sì, hai letto bene, puoi fare la differenza e sto per dirti come! Non sei destinato a essere per sempre solo “uno dei migliaia di laureati in cinese” che non troverà mai un lavoro all’altezza dei propri sogni. La tua situazione può cambiare! 

Non basta conoscere il cinese, adesso devi trasformarti in un professionista del cinese. Per renderti diverso da chi sa solo parlare cinese e basta, hai bisogno di questi elementi distintivi: idee chiare, soft skill e competenze settore-specifiche. 

Di che si tratta? Te lo spiego subito.

1. Idee chiare: per sapere chi sei, cosa sai fare bene, cosa vuoi imparare a fare e in cosa vorresti specializzarti. 

2. Soft Skill: sia generali sia settore-specifiche, per fare la differenza rispetto al resto della concorrenza e per compensare la mancanza di esperienza diretta.

3. Competenze settore-specifiche linguistiche e non: per sviluppare capacità trasversali di supporto a quelle strettamente linguistiche e che sono fondamentali per poter lavorare come dei veri professionisti. 

 

La soluzione magica per riuscire a ottenere questi elementi distintivi esiste e si chiama Metodo Professione Cina.  

Il nostro Metodo è l’unico sistema che in 3 step ti permette di uscire dalla Sino-Disperazione e di iniziare a lavorare con il cinese come sognavi applicando alla vita reale le conoscenze che hai acquisito con tanta fatica e trovando finalmente il modo per renderti diverso, professionale e soddisfatto del tuo lavoro. 

 

La buona notizia è che ti diamo la possibilità di testarlo in maniera completamente gratuita richiedendo adesso di attivare una sessione di Sino-Coaching.

Il Sino-Coaching è un'esclusiva sessione di consulenza che ti permette di scoprire con precisione a che punto sei e cosa devi fare per trasformarti da sinologo sull’orlo della disperazione in un Professionista del Cinese.

Ecco come funziona il Sino-Coaching Gratuito:

1. Prima di tutto faremo 8 rapide domande per conoscerti meglio e capire a che punto sei nella tua strada per diventare un Professionista del Cinese.

Le domande sono fondamentali per noi per poterti guidare al meglio nel tuo percorso di formazione, quindi rispondi con attenzione :)

2. In base alle informazioni che ci darai rispondendo alle domande attiveremo la tua sessione di Sino-Coaching Gratuito per guidarti verso il mondo del lavoro con il cinese.

3. A questo punto la tua parte è quasi finita, dovrai, infatti, controllare la tua email perché riceverai le istruzioni per le fasi successive.

4. Ti guideremo step by step con informazioni e spiegazioni su misura per te, per trasformarti nel Professionista del Cinese che sei destinato a diventare, sulla base della tua situazione, ti daremo informazioni e consigli su:

Come migliorare il tuo cinese

 Come chiarirti le idee su chi sei e cosa sai fare davvero 

Come scoprire in cosa sei pronto a fare la differenza

 Come prepararti per affrontare al meglio un colloquio di lavoro

 Come scrivere un cv che funzioni 

Come sviluppare quei talenti che già hai, ma non lo sai

E molto, molto altro, sulla base di quello che ci dirai rispondendo alle domande.

 

5. Saremo lì per sostenerti e se avrai bisogno potrai prenotare una sessione di live-coaching con i nostri Coach.

Ci stai ancora pensando? Attiva subito la tua sessione di Sino-coaching gratuito, una consulenza a questo livello tarata precisamente sulle tue esigenze normalmente costa almeno 250-300€, ma noi te la regaliamo, perché ci teniamo davvero a cambiare le cose e a smettere di vedere centinaia di giovani sinologi perdersi alla fine degli studi e finire intrappolati in quella che chiamiamo la Palude della Sino-Disperazione.

 

 

Read 22 times Last modified on Monday, 24 May 2021 17:58
Stefania Profita

Coordinatrice & Sinocoach 

Tenace, 努力 e Curiosa: questa sono io in 3 aggettivi. Dalla Sicilia a Chongqing, passando per Roma, è un attimo e sono rimasta affascinata e ammaliata dalla Cina occidentale, che mi ha rapita per quasi 3 anni in equilibrio tra hotpot e aule universitarie da studentessa e da docente di italiano. Il tutto continuando a covare nel cuore il grande sogno e prima passione di diventare interprete simultaneista di cinese. Il mio segno particolare è credere fermamente nell’unione che fa la forza e nel 借鉴。