06.05.2021. By Stefania Profita

Nebbia fitta tra i neolaureati di cinese: istruzioni per attivare i fendinebbia

E dopo la triennale cosa faccio?”

cit. Il Giovane Sinologo Medio

 

Se hai concluso o stai per concludere il percorso di laurea triennale, hai finalmente raggiunto un livello di cinese che va ben oltre il “一个这个,一个那个” che ti ha fatto compagnia ogni volta che ti sei trovato ad ordinare guardando un menù in cinese all'inizio dei tuoi studi.

Adesso sei finalmente in grado di parlare di contenuti più profondi e astratti, sai intavolare conversazioni e il 听不懂 è diventato un vecchio lontano ricordo (o almeno non è più la prima risposta che dai appena un cinese apre bocca!).

Ora lo step successivo del tuo percorso è riuscire a parlare un cinese professionale-lavorativo che ti consenta di poter lavorare davvero con questa lingua e non di usarla soltanto per cantare al KTV.

Che tu ci creda o no, devo però rivelarti che la fase più complessa è proprio questa: il passaggio dal cinese per la sopravvivenza al cinese per il lavoro. Secondo i dati raccolti da Almalaurea, in media il 39% dei laureati dichiara di avere una conoscenza limitata (A1-A2) della lingua cinese alla fine degli studi universitari. Mediamente, solo il 4% dei laureati ha raggiunto un livello di cinese ottimo.

Questo significa che, a meno che tutti gli altri non inizino a rimboccarsi le maniche oggi stesso, solo il 4% dei laureati sarà capace di fare quel salto verso il cinese professionale. 

Ti dirò, c’è di più. Il mercato del lavoro negli ultimi anni è cambiato: richiede competenze sempre maggiori, inoltre, spesso tende a dare maggiormente per scontata la conoscenza linguistica. Sempre più giovani laureati si sentono dire in sede di colloquio:

Conosci il cinese! Bene, ma…che altro sai fare?”

Ti sono venuti i brividi perché nemmeno tu sapresti come rispondere a una domanda del genere, vero? 

Questo è quello che è successo anche a Carla, una giovane neolaureata che ha provato a presentarsi a qualche colloquio (senza successo) e adesso non ha la minima idea su cosa fare né su quale percorso scegliere per dare una svolta al suo cinese e prepararsi veramente al mondo del lavoro.

Carla ha fatto qualche ricerca su Google e ha notato che in generale le possibilità che si presentano ai suoi occhi sono: 

  • i master universitari di primo e secondo livello 
  • i corsi di formazione offerti da enti, scuole di lingua e associazioni

Se Carla sceglie di frequentare un master sa che potrà ampliare il suo bagaglio di conoscenze - principalmente teoriche -, e sa che allo stesso tempo il tempo dedicato alla lingua verrà inevitabilmente ridotto. E no, non è felice all’idea di dimenticare il cinese che ha faticato tanto per imparare. 

Se Carla sceglie di frequentare un corso di formazione, sa che la lingua sarà il focus del percorso, magari abbinata anche all’uso in un settore specifico (es. Business Chinese), ma sa che non avrà modo di acquisire nuove competenze tecniche specifiche del settore in cui sogna di lavorare. E no, non ha intenzione di presentarsi al prossimo colloquio come la meno competitiva e professionale tra i candidati.

Succede quindi che Carla, non appena chiude le finestre di Google, finisce in preda all’indecisione e nel pieno dello sconforto.

Già ti vedo mentre sudi freddo e, come lei, anche tu ti senti ancora più confuso di prima. Quando hai iniziato a studiare cinese non immaginavi che scegliere il percorso giusto da continuare a seguire dopo la laurea potesse essere così complicato. 

Non preoccuparti però, se come Carla sei ancora lì impalato davanti al bivio e non riesci a capire quale direzione prendere, sto per darti alcuni consigli per aiutarti ad accendere una luce e guardare lontano oltre la nebbia della confusione.

Sì hai letto bene, non sei costretto a rimanere nel limbo per sempre,

puoi cambiare la tua situazione fin da adesso, se lo vuoi!

 

Bene, adesso prendi un bel respiro e leggi con attenzione le istruzioni per far funzionare i tuoi fendinebbia.

Prima di andare avanti a formarti, se vuoi evitare di collezionare disperatamente titoli di studio che alla fine non ti serviranno a niente, devi avere:

  •  le idee chiare 
  • degli obiettivi precisi 
  • un progetto da perseguire 

 Che significa avere le idee chiare, degli obiettivi e un progetto?

Significa che innanzitutto devi avere molto chiaro in mente:

  • chi sei, cosa sai fare bene e qual è un tuo limite
  • in cosa sei specializzato e/o in cosa vorresti specializzarti in futuro

A questo punto, una volta che chiarite un po’ le idee su te stesso, puoi passare alla seconda fase.

Devi fare in modo che le tue scelte su come proseguire la tua formazione siano mirate a aiutarti a creare un profilo professionale in grado di competere con gli altri, e quindi a:

  • scegliere il settore lavorativo di tuo interesse
  • individuare le competenze richieste dal settore
  • scegliere un percorso di formazione che possa fornirti le giuste competenze
  • inserirti facilmente nella realtà lavorativa più adatta alle tue caratteristiche e aspirazioni


Che tu abbia già finito il triennio o no, quello che importa è che tu agisca in fretta e decida il prima possibile in che direzione mandare i tuoi studi. Se hai bisogno di una mano in più per chiarirti meglio le idee sui prossimi passi da fare e su qual è la strada più giusta per te, puoi richiedere proprio ora di attivare una sessione di Sino-Coaching Gratuito!

 

Il Sino-Coaching è un'esclusiva sessione di consulenza che ti permette di scoprire con precisione a che punto sei e cosa devi fare per trasformarti da sinologo sull’orlo della disperazione in un Professionista del Cinese.

Ecco come funziona il Sino-Coaching Gratuito:

1. Prima di tutto faremo 8 rapide domande per conoscerti meglio e capire a che punto sei nella tua strada per diventare un Professionista del Cinese.

Le domande sono fondamentali per noi per poterti guidare al meglio nel tuo percorso di formazione, quindi rispondi con attenzione :)

2. In base alle informazioni che ci darai rispondendo alle domande attiveremo la tua sessione di Sino-Coaching Gratuito per guidarti verso il mondo del lavoro con il cinese.

3. A questo punto la tua parte è quasi finita, dovrai, infatti, controllare la tua email perché riceverai le istruzioni per le fasi successive.

4. Ti guideremo step by step con informazioni e spiegazioni su misura per te, per trasformarti nel Professionista del Cinese che sei destinato a diventare, sulla base della tua situazione, ti daremo informazioni e consigli su:

Come migliorare il tuo cinese 

Come chiarirti le idee su chi sei e cosa sai fare davvero 

Come scoprire in cosa sei pronto a fare la differenza

Come prepararti per affrontare al meglio un colloquio di lavoro 

Come scrivere un cv che funzioni 

Come sviluppare quei talenti che già hai, ma non lo sai

E molto, molto altro, sulla base di quello che ci dirai rispondendo alle domande

 

5. Saremo lì per sostenerti e se avrai bisogno potrai prenotare una sessione di live-coaching con i nostri Coach.

Ci stai ancora pensando? Attiva subito la tua sessione di Sino-coaching gratuito, una consulenza a questo livello tarata precisamente sulle tue esigenze normalmente costa almeno 250-300€, ma noi te la regaliamo, perché ci teniamo davvero a cambiare le cose e a smettere di vedere centinaia di giovani sinologi perdersi alla fine degli studi e finire intrappolati in quella che chiamiamo la Palude della Sino-Disperazione.

 

 

Read 23 times Last modified on Monday, 24 May 2021 17:56
Stefania Profita

Coordinatrice & Sinocoach 

Tenace, 努力 e Curiosa: questa sono io in 3 aggettivi. Dalla Sicilia a Chongqing, passando per Roma, è un attimo e sono rimasta affascinata e ammaliata dalla Cina occidentale, che mi ha rapita per quasi 3 anni in equilibrio tra hotpot e aule universitarie da studentessa e da docente di italiano. Il tutto continuando a covare nel cuore il grande sogno e prima passione di diventare interprete simultaneista di cinese. Il mio segno particolare è credere fermamente nell’unione che fa la forza e nel 借鉴。