07.02.2021. By Caterina Russo

Sconfiggi la tua sino-disperazione con il Metodo Professione Cina

Perché lo studio del cinese è tanto appassionante da studente quanto frustrante da neo-laureato? Dov’è la fregatura?

Questo articolo ti mostrerà il metodo concreto per gestire la frustrazione delle aspettative sul tuo cinese e a uscire dalla situazione di stallo.

 

Prova a ripensare per un istante al momento in cui hai deciso di intraprendere lo studio del cinese. Se quel momento coincide con la fine del liceo ti sarà sicuramente capitato di sentire pareri positivi di insegnanti, familiari, conoscenti, di incrociare gli sguardi incuriositi delle persone che sentivano per la prima volta della tua scelta, un po’ insolita e senza dubbio originale. 

A qualcuno avrai anche sentito dire la solita frase; “bravo, studia cinese che troverai subito un buon lavoro”.

Infondo è vero che studiare il cinese sta diventando qualcosa di sempre più ambito e le persone che parlano cinese sono sempre più ricercate nel mondo del lavoro, tanto che il 40% delle persone intervistate da Yougov.com ritiene che il cinese sia la migliore seconda lingua da conoscere.

Tuttavia, se sei qui a leggere questo articolo sicuramente non sei tra quelli che questa meravigliosa lingua l’hanno studiata SOLO perché “col cinese si trova lavoro”. Sono certa che quello che guida te, insieme a tantissimi altri giovani sinologi, è una passione smisurata per la cultura e per la lingua.

Ti ricordi l’entusiasmo che avevi quando per le prime volte, semplicemente unendo qualche tratto, scrivevi dei caratteri cinesi sul tuo quaderno a quadrettoni?

Tutto era bellissimo all’inizio, la tua soddisfazione personale cresceva sempre di più ed insieme anche l’entusiasmo di chi ti stava intorno. Chiunque ti ammirava e si congratulava con te per la tua scelta ed i tuoi successi, tu imparavi così in fretta e in un attimo ecco che arriva “finalmente” la laurea. 


E adesso?

Quando finisci gli studi vorresti essere davvero fluente in cinese, vorresti capire tutto, o almeno buona parte e sentirti sicuro e preparato per affrontare il prossimo step: il lavoro.

Siamo tra di noi qui e possiamo dircelo:  Purtroppo non funziona proprio così! 
Tu l’entusiasmo lo hai ancora e sei bravo eccome… ma sei consapevole che quel che hai da offrire al mondo del lavoro potrebbe non essere abbastanza e dopo tutti questi anni di studio non è certo l’entusiasmo di scrivere i caratteri a ripagare gli sforzi. 


Ma allora dov’è la fregatura? 

Ti svelo un segreto: se leggerai attentamente tutti i nostri consigli per te NON ci sarà alcuna fregatura.

Ma come prima cosa è davvero importante per chi intraprende gli studi del cinese prendere consapevolezza del fatto che ci si imbatte in due problemi principali:

  1. Il primo problema sai dov’è? È nella testa di chi è intorno a te. I tuoi genitori, per primi, e le persone più vicine a te, alla fine degli studi, si aspetteranno che tu sia pronto a usare quello che hai imparato, quindi il cinese, per la tua carriera.

  2. Questo ci porta al secondo problema. A differenza di altre professioni, dove il percorso di studi è più chiaro e lineare, un sinologo DEVE costruirsi da solo la sua professionalità

E’ proprio su questo secondo punto che vorrei soffermarmi per farti riflettere sul fatto che la colpa non è tua, è il cinese che è difficile e l’approccio che è sbagliato!

La verità è che siamo ingenuamente abituati a pensare che le competenze richieste per il mondo del lavoro si possano acquisire durante gli studi e ci illudiamo che basti completare un percorso predefinito per raggiungere gli obiettivi prefissati. 

Ma questo non è altro che un enorme mito da sfatare! Per il cinese più che mai! 

Questo è anche il motivo per cui le persone intorno a te non possono proprio capire, nemmeno lontanamente, come ti senti e quanto le loro aspettative non corrispondano alla realtà.

Quello che vogliamo far capire a tutti i sinologi disperati è che lavorare con il cinese non è la conseguenza immediata di laurearsi in cinese e che tu devi essere il primo a comprendere questo concetto per poter gestire al meglio le aspettative e la pressione di chi si aspetta l’impossibile da te. 

Adesso che abbiamo analizzato razionalmente i principali problemi di tuo sino-viaggio quello che devi fare tu è accettare che le cose non siano andate come ti aspettavi e far capire a chi ti circonda perché non è così semplice come si pensa e che troppo spesso i tuoi sforzi e gli ostacoli del tuo percorso sono sottovalutati.

 

Ma è finalmente tempo di uscire dalla disperazione post-laurea e ottenere le skill e le competenze per lavorare con il cinese! 

Tutto questo significa che smetti di sentirti inadeguato e sarai all’altezza di affrontare il mondo del lavoro. Per farlo devi passare per i 3 Step del Metodo Professione Cina:

  • Step 1 Idee Chiare: chi sei, cosa sai fare, dove vuoi arrivare e come settare i passaggi chiave per raggiungere i tuoi obiettivi in modo concreto e con deadline precise.
  • Step 2 Soft Skill Generali e Settoriali: Le soft skill generali sono un valore aggiunto che negli studi formali vengono trascurate, ma sono essenziali, sono tutte quelle abilità e competenze trasversali che ti permettono di emergere rispetto alla massa. Le Soft Skill Settoriali, invece, le puoi sviluppare quando hai scelto il settore che fa per te e vanno di pari passo con lo Step 3.
  • Step 3 Conoscenze Settoriali Linguistiche e Non: Con le idee chiare scegli il settore che fa per te e sei pronto a sviluppare la tua professionalità con una formazione adeguata, sia applicando il tuo cinese a quel settore che sviluppando le soft e le hard skill che ti servono per distinguerti e avere successo.

 

Questi tre punti sono i concetti fondamentali che devi tenere a mente quando la frustrazione avanza e gli altri continuano a non capire la tua situazione. 

Sei pronto a scoprire come fare ad applicare il Metodo Professione Cina e a trasformarmi in un Professionista del Cinese subito?

Iscriviti subito al sino-coaching gratutito: un'esclusiva sessione di consulenza che ti permette di scoprire con precisione a che punto sei e cosa devi fare per trasformarti da sinologo sull’orlo della disperazione in un Professionista del Cinese.

Ecco come funziona il Sino-Coaching : 

  1. Prima di tutto faremo 8 rapide domande per conoscerti meglio e capire a che punto sei nella tua strada per diventare un Professionista del Cinese. Le domande sono fondamentali per noi per poterti guidare al meglio nel tuo percorso di formazione, quindi rispondi con attenzione :)
  2. In base alle informazioni che ci darai rispondendo alle domande attiveremo la tua sessione di Sino-Coaching Gratuito per guidarti verso il mondo del lavoro con il cinese.
  3. A questo punto la tua parte è quasi finita, dovrai, infatti, controllare la tua email perché riceverai le istruzioni per le fasi successive.
  4. Ti guideremo step by step con informazioni e spiegazioni su misura per te, per trasformarti nel Professionista del Cinese che sei destinato a diventare, sulla base della tua situazione, ti daremo informazioni e consigli su:
  • Come migliorare il tuo cinese

  • Come chiarirti le idee su chi sei e cosa sai fare davvero

  • Come scoprire in cosa sei pronto a fare la differenza
  • Come prepararti per affrontare al meglio un colloquio di lavoro
  • Come scrivere un cv che funzioni
  • Come sviluppare quei talenti che già hai, ma non lo sai

E molto, molto altro, sulla base di quello che ci dirai rispondendo alle domande.

Saremo lì per sostenerti e se avrai bisogno potrai prenotare una sessione di live-coaching con i nostri Coach.

Ci stai ancora pensando?

Attiva subito la tua sessione di Sino-coaching gratuito, una consulenza a questo livello tarata precisamente sulle tue esigenze normalmente costa almeno 250-300€, ma noi te la regaliamo, perché ci teniamo davvero a cambiare le cose e a smettere di vedere centinaia di giovani sinologi perdersi alla fine degli studi e finire intrappolati in quella che chiamiamo la Palude della Sino-Disperazione.

 

 

Read 138 times Last modified on Saturday, 10 July 2021 17:12
Caterina Russo

Founder, Élite China Academy

Determinata, pragmatica e carismatica: questa sono io in 3 aggettivi. Da buona viaggiatrice ed esploratrice quale sono, sono sempre pronta a saltare su un aereo e vivere nuove avventure. Una di queste l’ho vissuta a Pechino, dove sono rimasta per 3 anni circondata da hutong e grattacieli. Da project manager per una grande azienda cinese, a professionista specializzata in internazionalizzazione d’impresa e management di progetti di cooperazione. Il mio segno particolare è il carico di determinazione e grinta che mi fa fissare obiettivi sempre più alti e tagliare sempre nuovi traguardi.