07.08.2021. By Caterina Russo

Potenziali Guerrieri del Business: il colloquio di lavoro!

Potenziali Guerrieri del Business: il colloquio di lavoro

Il colloquio di lavoro

Immagina di arrivare a un colloquio di lavoro in azienda conoscendo alla perfezione il modo di pensare dei recruiter, tutto il possibile sull’azienda e di essere in grado di proporti come un professionista che sa il fatto suo, anche se ha poca o nessuna esperienza. 

Ti senti sicuro, tranquillo, all’altezza.

Immagina il Recruiter che rimane a bocca aperta mentre gli fai esempi pratici su come districarsi in una riunione di business in stallo per incomprensioni di fondo e nel farlo utilizzi i termini tecnici che sono pane quotidiano dei businessman italiani (e anche di quelli cinesi, adattati alla loro cultura). Immaginalo poi stupirsi perché sei aperto a forme di collaborazione professionale altre rispetto al “posto fisso” standard. 

Che ne dici? A me sembra che le possibilità che ti prenda sul serio e ti dia il benvenuto in azienda siano molto, ma molto più alte.

Ora invece, immagina di arrivare allo stesso colloquio con alle spalle gli studi di lingua cinese e basta. Il recruiter di turno ti guarda e ti chiede: parli cinese e poi, che altro sai fare?  

La domanda fatidica che pende come una spada di Damocle sulla testa di ogni laureato in cinese.
Se non sai che cosa rispondere ci sono due possibilità:

  1. Il recruiter ti saluta con il solito, banale, “le faremo sapere”, mentre pensa che non andrai da nessuna parte se non ti decidi ad aggiungere alla conoscenza del cinese delle competenze utili davvero nel lavoro.

  2. L’azienda è disperata, quindi ti prende comunque a lavorare, ma ti dà uno stipendio da fame (se non ti offre un tirocinio gratis a tempo indeterminato) e tu rimani imbottigliato lì, a fare l’assistente a vita che sa parlare in cinese, ma resti fuori da riunioni e dalle decisioni importanti perché non capisci niente di business e ti senti sempre intimidito di fronte ai “veri” businessman che ti ruotano intorno. 

No, non ti prendo in giro, sappi che purtroppo questo secondo, deprimente, scenario, è quello in cui finisce la maggior parte dei giovani laureati in cinese convinti che con la sola conoscenza della lingua possano lavorare nel business.

Tu sei qui, sei pronto a trasformarti in un Guerriero del Business con la Cina. Per questo ora devi capire come trasformare in realtà la prima prospettiva allettante che ti ho descritto!

Come fare?

Imparando ad approcciare il settore del Business con la Cina in modo strategico e a presentarti alle aziende e ai recruiter come un professionista che sa il fatto suo. Come un VERO Guerriero del Business con la Cina.

Credi che la via del Guerriero del Business con la Cina sia quella migliore per te? Non ti resta che metterti a lavoro e addestrarti a dovere. Puoi iniziare dall’unico videocorso costruito su misura di sinologo per darti tutto quello che ti serve, dai concetti economici a quelli aziendali e strategici, per Fare Business con la Cina senza Intoppi. 

Se invece non sei certo al 100% di essere un Potenziale Guerriero del Business, approfitta e prenota subito un esclusivo colloquio di Sino-Coaching per scoprire la tua strada con la guida dei nostri Sino-Coach in modo incredibilmente gratuito! Attiva il tuo Sino-Coaching rispondendo a 8 semplici domande: clicca qui.

Read 46 times Last modified on Monday, 02 August 2021 13:55
Caterina Russo

Founder, Élite China Academy

Determinata, pragmatica e carismatica: questa sono io in 3 aggettivi. Da buona viaggiatrice ed esploratrice quale sono, sono sempre pronta a saltare su un aereo e vivere nuove avventure. Una di queste l’ho vissuta a Pechino, dove sono rimasta per 3 anni circondata da hutong e grattacieli. Da project manager per una grande azienda cinese, a professionista specializzata in internazionalizzazione d’impresa e management di progetti di cooperazione. Il mio segno particolare è il carico di determinazione e grinta che mi fa fissare obiettivi sempre più alti e tagliare sempre nuovi traguardi.